Il mio appartamento – Dopo (parte 1)

Come vi ho raccontato in questo post, quando abbiamo comprato casa abbiamo dovuto effettuare alcuni interventi minori per darle una ristrutturata generale. Mentre questi lavoretti procedevano, io e Lorenzo ci siamo dedicati all’acquisto di mobili e complementi d’arredo. La casa era completamente vuota, e noi non avevamo niente dal momento che abitavamo entrambi con i genitori – giusto le padelle prese in tempi non sospetti con la raccolta punti Esselunga 🙂

L’acquisto a cui ci siamo subito dedicati è stata la cucina, perchè la scelta richiede piuttosto tempo. La nostra cucina ha delle buone dimensioni – la stanza misura 3,80 m x 2,45 m – e abbiamo deciso di sfruttare entrambe le pareti in tutta la loro lunghezza. Il risultato è una cucina angolare ampia e funzionale, con diversi spazi di appoggio e una bella illuminazione naturale. Il marchio è Arredo3, la finitura laccata lucida (bianca in basso e color sabbia-tortora nei pensili), il top in quarzo bianco con piccole pagliuzze, gli elettrodomestici sono tutti della Bosch, che consiglio assolutamente.

Ovviamente nel corso dei mesi l’abbiamo via via arricchita con piccoli elettrodomestici, libri di cucina e soprammobili… inutile dire che è la parte della casa che preferisco!

Lo sticker da parete ̬ stato un regalo di Lore, preso su Mr. Wonderful Рio lo trovo adorabile!

Oltre alla cucina, l’altra cosa fondamentale che ci serviva per trasferirci il prima possibile era il letto. Se con la cucina abbiamo deciso di fare un investimento abbastanza consistente, scegliendo un prodotto di artigianato italiano, sulla camera ci siamo contenuti – questa non sarà la nostra casa per sempre, per questo motivo non abbiamo voluto spendere una fortuna negli arredi. Letto (con contenitore), cassettone e comodini sono di Mondo Convenienza, l’armadio invece è di un marchio italiano di cui non ricordo il nome; inizialmente volevamo prenderlo da IKEA, ma i loro armadi arrivano a 2,36 m di altezza, mentre noi abbiamo soffitti di 3 metri e volevamo sfruttare al massimo lo spazio a disposizione.

Il quadro sopra al letto è una stampa su tela acquistata online su All Poster, mentre le cornici sopra al comodino sono quelle basiche di Ikea. Per le pareti della camera ho scelto un color caffelatte (un tortora con fondo rosato), l’effetto è molto caldo e accogliente; per bilanciare un colore così predominante per il letto scelgo sempre tessili piuttosto neutri.

Vi aspetto nel prossimo post per raccontarvi del soggiorno!

3 thoughts on “Il mio appartamento – Dopo (parte 1)”

  1. Ciao Giulia, ti seguo da un po’ anche se non ho Instagram, ora che hai aperto il blog guardo ogni giorno se pubblichi qualcosa: mi sei davvero simpatica e mi ritrovo molto nel tuo stile 😉
    Ho notato il lampadario della cucina, mi piace davvero… dove l’hai preso?
    Sto progettando casa anche io, in realtà ce l’ho già ma io e il mio ragazzo dobbiamo ristrutturarla così sono sempre alla ricerca di nuove idee.
    Ti ringrazio, e complimenti ancora! 😉
    Irene

    1. Cara Irene, grazie mille per il tuo commento carinissimo!
      Il lampadario della cucina, così come quello del salotto, sono di Leroy Merlin. Li ho acquistati 3 anni fa ormai, quindi non so se li trovi ancora; ho però trovato questo modello molto simile sul sito di OBI: https://www.obi-italia.it/sospensioni-da-interno/sospensione-astra-3-luci-cromo/p/4230363

      In bocca al lupo per la tua nuova casa, come ho scritto nei miei post questo periodo è bellissimo, pieno di decisioni importanti e emozioni fortissime!
      Un abbraccio
      Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *