Lasagne integrali con cavolo nero e salsiccia

Il cavolo nero è un ingrediente tipico della mia Toscana ed è noto soprattutto per la buonissima ribollita; in realtà questo ortaggio si presta bene a molte preparazioni diverse – torte salate, crostoni, primi piatti… Qualche giorno fa avevamo una coppia di amici a cena, ed essendo festa avevo tutto il tempo a disposizione per fare qualcosa di un po’ elaborato. Ho deciso di preparare una lasagna integrale con cavolo nero e salsiccia, due sapori che si abbinano molto bene tra loro in un insieme deciso e particolare. In questa ricetta ho fatto la pasta a mano perchè le lasagne integrali sono difficili da trovare e poi impastare è troppo divertente! Ovviamente si possono usare le lasagne pronte (io di solito utilizzo quelle fresche), il risultato sarà comunque ottimo; sulla besciamella invece non transigo, da figlia di una bolognese DOC per me è ammessa solo quella preparata in casa 🙂

Ingredienti (per 6-8 porzioni)

Per la pasta:
300 gr di farina integrale
3 uova
qb sale
qb acqua/olio EVO

Per il sugo:
400 gr di cavolo nero
300 gr di salsiccia toscana o salamella
50 gr di parmigiano reggiano grattugiato
qb olio EVO
qb sale
uno spicchio d’aglio

Per la besciamella:
750 ml di latte vaccino
75 gr di burro (io utilizzo quello leggero)
75 gr di farina integrale
qb sale
qb noce moscata

Per prima cosa, preparare la pasta. L’impasto si può preparare sia nel robot da cucina che a mano sulla spianatoia (io in questa ricetta ho scelto il secondo metodo, ma anche il primo va benissimo): disporre la farina a fontana su un piano di legno, rompere le uova al centro e iniziare ad amalgamare con una forchetta, poi continuare con le mani fino a creare un panetto compatto ed elastico. A seconda della farina utilizzata potrebbe essere necessario aiutarsi con poca acqua o olio EVO per impastare. Il composto va lavorato per una decina di minuti, aggiungendo un pizzico di sale; una volta pronto, formare una palla, ricoprire con pellicola trasparente e far riposare in frigo per almeno mezz’ora.


Per il sugo, una volta lavate bene le foglie del cavolo nero ed eliminati i gambi più spessi, far appassire in una padella antiaderente dai bordi alti con l’olio e lo spicchio d’aglio (non nel mio caso, io lo detesto e tutte le mie ricette sono rigorosamente aglio-free); aggiungere mezzo bicchiere d’acqua, salare e cuocere per 15-20 minuti. In un’altra padella sbriciolare la salsiccia e rosolarla per 5-10 minuti, senza aggiungere condimenti. Per la besciamella, tostare in un pentolino il burro con la farina, aggiungere il latte poco alla volta, mescolando sempre con una frusta; uno volta aggiunto tutto il latte, cuocere continuando a mescolare fino a quando la crema non si sarà addensata, aggiungendo alla fine sale e noce moscata. Tenerne una piccola quantità da parte e unire il resto della besciamella al cavolo nero e alla salsiccia, mescolando bene per ottenere un condimento ben legato.

Per stendere la pasta utilizzo la macchinetta con la manovella, con cui mi trovo molto bene. Prendere una parte di impasto e inserirla nella macchina; far passare l’impasto nel rullo riducendo via via lo spessore fino ad ottenere una sfoglia sottile. Tagliare la sfoglia in rettangoli e lasciar seccare per 30 minuti su una spianatoia in legno infarinata; con queste dosi si ottengono circa 20 rettangoli, ideali per 4-5 strati in una teglia di 25×30 cm.

Una volta terminate tutte queste preparazioni, è finalmente arrivato il momento di comporre la lasagna! Disporre la besciamella tenuta da parte sul fondo della teglia, poi iniziare a comporre gli strati disponendo la pasta, il condimento e spolverando con il parmigiano; ripetere fino al termine degli ingredienti, concludendo l’ultimo strato con sugo e parmigiano. Cuocere in forno preriscaldato a 190° per 25-30 minuti e servire calde.

La ricettà è un po’ lunga ma tutto sommato semplice, e utilizzando la pasta già fatta i tempi si riducono notevolmente. L’abbinamento dei sapori è bilanciato e davvero gustoso, io sono rimasta davvero soddisfatta del risultato e infatti le riproporrò sicuramente molto presto, magari per un pranzo in famiglia.
Questo sugo è ideale anche per una pasta al forno o come antipasto, spalmato su crostoni di pane rustico; dentro c’è tutto il gusto ricco e avvolgente dell’inverno. Provate la ricetta e fatemi sapere se come me ne andate matti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *