Un weekend a Londra

Da quando ho visto Londra per la prima volta 9 anni fa ho sempre sognato di tornarci: sarà perchè è stato il primo viaggio che io e Lore abbiamo fatto insieme, che stavo per compiere 18 anni e avevo una voglia pazza di iniziare a scoprire il mondo, ma quella vacanza mi ha segnata moltissimo e Londra da quel momento si è conquistata un pezzo del mio cuore. Il 4 dicembre abbiamo festeggiato 10 anni insieme e ci siamo detti che non c’era modo di celebrare migliore che tornare lì dove era nato il vero amore, e non solo quello per la città…

Abbiamo scelto di fare solamente un weekend, per non prendere giorni di ferie così a ridosso del periodo natalizio. Fortunatamente abitiamo relativamente vicino a Pisa, da cui Ryan Air mette a disposizione un sacco di offerte vantaggiose per il finesettimana, con partenza il sabato mattina e rientro la domenica sera; è proprio ciò che abbiamo fatto noi: volo di andata alle 7:25 (con una simpaticissima sveglia alle 4:30, ma per viaggiare si fa questo ed altro…) e ritorno con atterraggio alle 23:00 a Pisa. Sicuramente un lasso di tempo così ridotto a disposizione non è sufficiente per visitare una grande città in cui non si è mai stati, ma è l’ideale per tornare in un posto già conosciuto ed apprezzarne diverse sfumature. Durante il nostro primo viaggio avevamo visitato molti dei principali siti turistici (musei, chiese e cattedrali, luoghi di riferimento), quindi questa volta volevamo vivere la città in modo più autentico, girando per le strade e confondendoci con i milioni di persone che affollano la capitale inglese.

Arrivati alla stazione della tube di Liverpool Street (capolinea del treno diretto dall’aeroporto di Stansted, che si trova a circa un’ora dal centro città) ci siamo diretti verso la zona di Covent Garden, dove le decorazioni natalizie e le persone in cerca di regali rendevano l’atmosfera vibrante. Dopo aver resistito all’impulso di svaligiare Kikki.k, abbiamo attraversato il quartiere di Soho, mangiato un hamburger da Shake Shack (in ricordo dei pranzi a New York durante la luna di miele) e siamo arrivati nell’addobbatissima Regent Street, una delle vie dello shopping più famose di Londra. Un giro da Hamleys a perdersi tra 5 piani di soli giocattoli, un salto da Liberty ad ammirare tutte le variazioni immaginabili di decorazioni natalizie, un piccolo tour al Christmas Carnival di Carnaby Street, e poi abbiamo preso la metro per cambiare zona – e riscaldarci!

Abbiamo trascorso il pomeriggio a Notting Hill, dove il sabato le sue strade eleganti e ordinatamente colorate ospitano il mercatino di Portobello: vecchi vinili, ceramiche inglesi, macchine fotografiche d’epoca e street food dal gusto discutibile. Dopo una tazza di thè rigorosamente accompaganta da una fettona di torta, abbiamo preso la metro per spostarci a nord della città e visitare il quartiere di Camden e il suo iconico mercato. Da qui, piccola tappa alla stazione di King’s Cross per vedere il famoso binario 9 e 3/4 di Harry Potter (sono una superfan!) e poi siamo tornati nella zona di Oxford Street, maestosamente addobbata con decorazioni natalizie che la illuminavano a giorno. Dopo una cena veloce, abbiamo concluso la giornata al Winter Wonderland di Hyde Park, decisamente la fiera natalizia più grande che abbia mai visto.

Domenica siamo usciti presto per ritrovarci in una Londra nebbiosa e semi-deserta. Abbiamo passeggiato godendoci la quiete della mattina, salutato la St. Paul Cathedral, attraversato il Millennium Bridge e costeggiato il Tamigi fino ad arrivare al London Eye. Da qui mi sono accorta che purtroppo il Big Ben era coperto da impalcature (è in fase di restauro e lo sarà per i prossimi 4 anni), grande delusione perchè è uno dei simboli che più amo di questa città! Abbiamo proseguito per Parliament Square, Westiminster Abbey e poi ci siamo diretti verso Buckingham Palace costeggiando il St James Park. Nel cortile del Museo delle Guardie c’era una curiosa manifestazione militare, di cui non siamo riusciti a capire il senso, che si è poi conclusa proprio dietro il cancello della residenza reale.

Dubbiosi ma divertiti, abbiamo continuato la nostra passeggiata diretti verso la vetrina rosa pastello di Peggy Porschen Cakes, locale frequentato dal 98% da donne come mi ha fatto notare Lore 🙂 Ci siamo fermati per un brunch da Baker and Spice nel quartiere di Chelsea, dove abbiamo gustato english breakfast e uova alla benedict. Dopo mangiato, ci siamo diretti verso il Natural History Museum per ammirare la pista di pattinaggio sul ghiaccio. Una breve sosta nella hall del Victoria and Albert Museum e poi l’affollatissimo Harrods, tappa quasi obbligata quando si passa da Londra, specialmente sotto Natale. Dopo aver acquistato qualche regalo, siamo tornati in Liverpool Street con la metro e abbiamo preso il treno per Stansted.

Sono stati due giorni intensi, in cui abbiamo percorso più di 33 chilometri a piedi, ma ne è valsa assolutamente la pena; con una levataccia e qualche compromesso in termini di ore di sonno abbiamo avuto la possiblità di trascorrere un weekend in una delle città più belle al mondo, dimenticandoci di essere lì solo per qualche ora ma vivendo tutto come una vera e propria vacanza.

Il nostro soggiorno in pillole:
– Quanto: 2 giorni, 1 notte
– Dove: abbiamo preso un Bed&Breakfast nel quartiere City of London, ma ci sono molte zone valide; se avete poco tempo a disposizione l’importante è avere una stazione della metro vicina
– Trasferimenti: volo a/r Pisa – Londra Stansted
– Spostamenti: Stansted Express della Greater Anglia dall’aeroporto al centro città; Oyster Card ricaricabile per metro e bus

Consigli utili:
– Telefono: la Gran Bretagna rientra (per il momento) nei paesi europei tra cui non sono previsiti costi di roaming, quindi potrete usufruire dello stesso piano e offerte che avete a casa
– Documenti: anche se la carta di identità (se in ottimo stato di conservazione) è ancora valida, vi consiglio di utilizzare il passaporto per saltare la fila

See you soon, my dear London.

8 thoughts on “Un weekend a Londra”

  1. Spettacolare questo articolo su Londra. 😍 Si vede che il tuo Amore per questa città è autentico.
    E si scorge dalle parole utilizzate, da quella semplicità mista alla voglia di voler far innamorare anche gli altri, parlando delle mille sfaccettature della Città.
    Se prima la mia voglia di visitare Londra era alta, ora lo è molto di più. Baci. Clarissa.

    1. Ciao Clarissa, grazie di cuore per queste parole splendide. Come dici tu, nutro per questa città un sentimento forte e sincero e sono felice di essere riuscita a trasmetterlo anche a chi mi legge. Ti auguro di visitare Londra molto presto!
      Un abbraccio
      Giulia

  2. Sai che amo Londra alla follia, ma sotto Natale è qualcosa di meraviglioso! 😍
    Bellissimo questo resoconto del vostro week end romantico e complimenti per le foto! ❤️

    1. Ma grazie cara che mi leggi anche dalla Lapponia 😍
      Londra sotto Natale è pura magia… grazie mille dei complimenti, aspetto con ansia il tuo prossimo post!
      Un bacio
      Giulia

    1. Grazie mille Vale, in effetti abbiamo fatto un super giro con così poco tempo a disposizione!
      Non vedo già l’ora di partire per un nuovo viaggio <3
      Un bacione
      Giulia

  3. LONDRA è bellissima ma con l’atmosfera Natalizia la rende ancora più suggestiva. Mi è piaciuto molto l’articolo su Londra. In due giorni siete riusciti a vedere un sacco di cose!!!! Posso chiederti eventualmente qualche informazione , forse a giugno chissà ci andrò!!! Un bacio, Cinzia .

    1. Cara Cinzia,
      sono contenta che il post ti sia piaciuto! Londra sotto Natale è davvero magica…
      Scrivimi pure quando vuoi, sarò felice di darti qualche consiglio 🙂
      Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *