Burro di arachidi fatto in casa

Io dal burro di arachidi ho una vera e propria dipendenza. Si tratta di una scoperta abbastanza recente, ma da quando l’ho assaggiato la prima volta non passa settimana (per non dire giorno) senza burro d’arachidi. È uno degli ingredienti principali delle mie colazioni (sui pancake, con le uova strapazzate, nel panino con la fesa di tacchino…) ma a volte lo utilizzo anche come fonte di grassi nei pasti principali.

Quello che compro abitualmente da NaturaSì è 100% crema di arachidi; attenzione perchè, al contrario, il burro di arachidi che si trova al supermercato (ad esempio, quello Calvè) è addizionato con sale e oli vegetali. Qualche giorno fa ho voluto provare a prepararlo in casa, e il risultato mi è piaciuto talmente tanto che ho deciso di pubblicare sul blog la ricetta anche se è semplicissima! Un unico ingrediente, tanto olio di gomito e un buon frullatore saranno le uniche cose necessarie. Anche se da un punto di vista economico non ho riscontrato un gran risparmio, la soddisfazione di produrlo in casa vale lo sbattimento di sbucciare a mano mezzo chilo di arachidi!

Ingredienti (per un vasetto)
400 gr di arachidi (io ho scelto quelle Ventura)

Sbucciare le arachidi a mano, avendo cura di eliminare anche la pellicina scura che ricopre ogni seme. Fate questa operazione a stomaco pieno così da limitare la tentazione, altrimenti il rischio indigestione è assicurato… impossibile resistere! Una volta sbucciate, disporre le arachidi su una teglia ricoperta di carta forno e tostare in forno ventilato a 160° per circa 10 minuti, poi lasciare raffreddare; questo passaggio conferirà un aroma ancora piu intenso. Trasferire le arachidi nel boccale del frullatore e azionare le lame: inizialmente i semi verranno polverizzati, ma dopo qualche minuto la componente oleosa renderà il composto progressivamente cremoso. Un accorgimento: per evitare un surriscaldamento eccessivo, eseguire questa operazione in più riprese, aspettando qualche minuto tra una mandata e l’altra. Quando sarà diventato denso e liscio, trasferire il burro in un barattolo di vetro.

Il burro di arachidi così al naturale ha una consistenza pastosa e un gusto intenso e deciso.
Può essere un’idea carina quella di realizzarne dei piccoli vasetti da regalare per Natale, periodo in cui le arachidi si trovano spesso scontate.

E per tutti coloro che non lo avevano mai assaggiato e adesso non potranno più farne a meno… io vi avevo avvertito!

2 thoughts on “Burro di arachidi fatto in casa”

  1. Giusto la scorsa settimana ho detto che voglio comprarlo per provarlo! Anni fa non mi era piaciuto, ma da allora i miei gusti sono molto cambiati… chissà che magari non troverò il tempo di farmelo con i tuoi suggerimenti! 🤩

    1. Ciao Elena! Credo sia un gusto particolare e secondo me o lo ami o lo detesti.. prova a farne una quantità limitata con questa ricetta e fammi sapere se scocca la scintilla!
      A presto
      Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *