Tartufini fondenti senza cottura

Quando invito qualcuno a cena, mi piace pensare a un menu coerente dall’antipasto al dolce. Spesso però è proprio la scelta del dessert a mettermi in difficoltà, perchè non mi piace terminare con una portata troppo carica che difficilmente può essere apprezzata alla fine di un pasto completo. Qualche mese fa mi sono imbattuta in questa ricetta sul mensile “Da Noi” di Esselunga (che purtroppo, a partire da gennaio 2019 non esiste più) e mi ha colpita. L’ho leggermente rivisitata e proposta già in diverse occasioni casalinghe con amici e parenti, ed è sempre stata apprezzata moltissimo! Pochi ingredienti, preparazione super rapida e nessuna cottura, cosa volere di più? E se non amate le castagne non preoccupatevi perchè il sapore non si sente, di fatto servono solamente per dare consistenza e per la loro dolcezza naturale.

Ingredienti (per 20 tartufini/4 persone)

100 gr di castagne lessate
100 gr di amaretti
100 gr di cioccolato al latte
qb cacao amaro

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde, aiutandosi se necessario con un goccio di latte. Tritare nel minipimer gli amaretti con le castagne (fuori stagione, potete usare quelle in sacchetto che si trovano in tutti i supermercati, io personalmente amo queste che trovo da NaturaSì); trasferire in una ciotola, unire il cioccolato fuso e mescolare per ottenere un impasto omogeneo. Lasciate rassodare per una mezz’ora in frigo, poi formare con le mani delle palline grandi quanto una noce e rotolarle nel cacao amaro. Conservare in frigo fino a una ventina di minuti prima di servirli.

Cosa dire di questi tartufini? Uno tira l’alro. Sono perfetti se abbinati a un dito di buon rum, amaro o vino liquoroso, e non hanno niente da invidiare a un prodotto di pasticceria.

Provateli e fatemi sapere, sono sicura che vi conquisteranno! Io nel frattempo mi metto a studiare e sperimentare per idearne una versione per la primavera/estate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *