Farina di castagne – Castagnaccio e Necci Toscani

La farina di castagne è un ingrediente molto utilizzato in Toscana, al quale ho legati tantissimi ricordi della mia infanzia e che da sempre è sinonimo di autunno, casa e coccole. Ricordo il sacchetto di questa farina marroncina e profumata che mia mamma teneva in un’anta della dispensa: una delle cose che adoravo era riempirne una tazzina da caffè, sedermi davanti alla televisione, mettere su una videocassetta Walt Disney e mangiare la farina con il cucchiaino, lasciando che il suo inconfondibile sapore mi riempisse tutta la bocca – e qualche volta il naso, dato che spesso mi andava di traverso e tossivo come una matta!

Perfetta per realizzare dolci che non richiedono l’aggiunta di zucchero, data il suo sapore naturalmente dolce, oggi vi lascio due ricette tradizionali toscane a base di farina di castagne.

Castagnaccio

Ingredienti (per una tortiera di 26-28 cm di diametro)
250 gr farina di castange
400-450 ml di acqua
40 gr uvetta
30 gr pinoli
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di olio

Accendere il forno a 180° gradi. Mettere a mollo l’uvetta in un bicchiere d’acqua e tostare i pinoli in un padellino antiaderente. In una ciotola, versare la farina e aggiungere l’acqua gradualmente, mescolando con una frusta per amalgamare bene; dovrà risultare un impasto liscio e non troppo liquido. Unire l’uvetta ben strizzata e i pinoli tostati (tenerne qualcuno da parte). Foderare una tortiera dai bordi bassi con la carta forno, versare l’impasto e decorare con i pinoli rimasti, gli aghi di rosmarino e l’olio a filo. Cuocere per 30-35 minuti; il castagnaccio sarà pronto quando si formeranno tante piccole crepe sulla superficie.

Necci con la ricotta

Ingredienti (per circa 5 necci)
100 gr farina di castagne
175 ml di acqua
100 gr di ricotta vaccina
qb gocce di cioccolato
qb zucchero a velo

Setacciare bene la farina, poi unire l’acqua e mescolare con la frusta fino ad ottenere un impasto liscio; la consistenza dovrà essere un po’ più densa rispetto al composto del castagnaccio. Scaldare un cucchiaio d’olio in una padella antiaderente, poi tamponare l’eccesso con un tovagliolo in modo che la padella rimanga solo leggermente unta. Versare circa metà mestolo di impasto nella padella, poi spargere con il dorso di un cucchiaio formando una cerchio. Cuocere per 30-45 secondi, poi girare e completare la cottura dall’altro lato. Continuate fino a terminare l’impasto.
Una volta raffreddati, farcire i necci con la ricotta; io preferisco lasciarla al naturale, ma se volete un gusto più goloso potete dolcificare la ricotta con un cucchiaino di zucchero a velo e aggiungere gocce di cioccolato fondente.

Io e Elena siamo giunte al terzo appuntamento della nostra rubrica e ormai avrete capito quanto amiamo dedicare spazio agli ingredienti di stagione; correte a leggere il suo post che ha come protagonista le castagne.

Se amate il gusto della castagna, dovete assolutamente provare questi due dolci! E se lo fate, non dimenticate di taggarmi, è sempre bello vedere come replicate o rivisitate le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *